Industrial Ethernet
 
   

 Industrial Ethernet
  Teoria 
  Prodotti

  Ricerca

Richiedi GRATUITAMENTE la versione completa della monografia in formato PDF
  Teoria    
Appendice A: Elementi di base delle reti di telecomunicazioni  
   
 

Trasmissioni in banda base o in banda larga | Il modello ISO OSI

 
     
 

Il modello ISO OSI

Il trasferimento delle informazioni da un nodo all'altro di una rete avviene attraverso più stadi successivi: il nodo che intende trasmettere l'informazione la completa con ulteriori dati necessari alla sua manipolazione da parte degli altri elementi della rete, e la codifica in un formato adatto alla trasmissione; successivamente opera la trasmissione sul canale che lo mette in comunicazione con il nodo ricevente che provvede alla decodifica del segnale ricevuto e alla interpretazione dei dati di controllo per poter ricostruire l'informazione originaria e offrirla all'utente. I protocolli di comunicazione rappresentano l'insieme delle regole che stabiliscono la sintassi, la semantica e la temporizzazione dei messaggi e del modo in cui possono controllare il processo di comunicazione.
Il modello OSI (Open System Interconnect) sviluppato dall'International Organization for Standardization (ISO) rappresenta il tentativo di standardizzazione più diffuso e accettato nel settore delle telecomunicazioni. Il modello rappresenta l'architettura di una generica rete per mezzo di una suddivisione in livelli di astrazione successivi, che connettono l'utente al mezzo fisico che opera la trasmissione dei dati e viceversa. I livelli, o strati, previsti dal modello ISO OSI sono sette e ciascuno di essi esporta dei servizi verso il livello successivo, celandogli i dettagli implementativi.

1: Livello Fisico (Phy)
2: Livello di Scambio Dati (Data Link)
3: Livello di Rete (Network)
4: Livello di Trasporto (Transport)
5: Livello di Sessione (Session)
6: Livello di Presentazione (Presentation)
7: Livello di Applicazione (Application)


Figura 4: Il modello Iso OSI
Figura 4: Il modello ISO OSI

      I livelli di comunicazione: fisico, di scambio dati e di rete
Il livello fisico supplisce l'interfaccia meccanica ed elettrica al mezzo di trasmissione. Specifica il cablaggio e i connettori (indicando le caratteristiche dei cavi o delle fibre da utilizzare, il modo di connetterli, la dimensioni dei connettori e la loro piedinatura) nonché il modo in cui le informazioni sono trasmesse sul cavo (la codifica dei dati, la forma d'onda da utilizzare con i debiti livelli di tensione o di potenza ottica e gli eventuali segnali necessari per stabilire la connessione (come l'handshake o il rilevamento di portante)).
Il livello di scambio dati si occupa dell'organizzazione dei dati in blocchi (detti trame o frame) che contengono le informazioni necessarie per stabilire mittente e destinatari nonché dei mezzi che permettano di superare i limiti del livello fisico aggiungendo informazioni per il rilevamento e la correzione degli errori e le strategie da seguire per la ritrasmissione. Questo livello si divide solitamente in due parti: il Controllo di Accesso al Mezzo (MAC, Medium Access Control) e il Controllo del Collegamento Logico (LLC, Logical Link Control). Questo livello, come il precedente, richiede la conoscenza delle caratteristiche del mezzo fisico utilizzato per veicolare le informazioni.
Il livello di rete organizza i dati in pacchetti e ne gestisce il percorso attraverso la rete stessa, specificando in che modo debbano essere trattati dai nodi che non siano il nodo di destinazione. Questo livello si occupa della traduzione degli indirizzi fisici (utilizzati dal livello di scambio dati) in indirizzi logici. L'instradamento dei pacchetti (routing) e il controllo di rete sono trattati da questo livello, che è il più basso livello del modello OSI che può prescindere dal particolare tipo di mezzo fisico utilizzato. Il protocollo IP (Internet Protocol) è forse l'esempio più noto di protocollo di livello 3.

      Livello di trasporto
Il livello di trasporto rappresenta il punto di contatto tra i livelli orientati alla comunicazione e quelli orientati all'applicazione, oggetto dei cosiddetti protocolli di ordine superiore. Questo livello si assicura che i livelli sottostanti svolgano in maniera adeguata il proprio lavoro (eventualmente creando connessioni multiple per far fronte all'inadeguatezza di una connessione singola) e fornisce un servizio di trasferimento dati trasparente, ossia indipendente dal modo in cui i dati sono organizzati nei diversi sistemi di elaborazione connessi in rete. TCP (Transmission Control Protocol) e UDP (User Datagram Protocol) sono due dei protocolli più importanti a questo livello, il più basso a fornire servizi usufruibili direttamente dall'utente.

      Livelli orientati all'applicazione: sessione, presentazione e
      applicazione

I tre livelli successivi del modello OSI, Sessione, Presentazione e Applicazione si occupano, rispettivamente di gestire l'apertura e la chiusura del processo di comunicazione (oltre a fornire i servizi necessari al suo corretto mantenimento), di convertire i differenti modi in cui i dati sono rappresentati sulle differenti piattaforme (come la conversione tra caratteri ASCII ed EBCIDIC) e di fornire i servizi utilizzati dai programmi applicativi dell'utente, come il trasferimento di file (FTP), di pagine Web (HTTP), l'emulazione di terminale (Telnet) o la posta elettronica.

 
     
 
 
 
   
   

  suggerimenti | invia ad un amico
  Copyright © 2002 lemonografie.it - Tutti i diritti riservati

Industrial Ethernet le monografie